ImmunoDol e Immunodol mini

  • €27,30
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.


Prima di ogni vaccino è importante rafforzare il SISTEMA IMMUNITARIO

perché i vaccini sono soluzioni che contengono piccole porzioni di virus o batteri modificati o inattivati che hanno lo scopo di stimolare il sistema immunitario del cane affinché vengano prodotti degli anticorpi in grado di proteggere il vostro amico dalle più gravi malattie infettive. 


Non tutti gli animali sopportano la vaccinazione allo stesso modo.    

Per alcuni cani ci sono delle conseguenze che possono manifestarsi sotto forma di:

  • debolezza 
  • sonnolenza 
  • inappetenza
  • svogliatezza
  • ecc. ecc.

 

 

quindi ecco COSA consigliamo di fare PRIMA della VACCINAZIONE del tuo CANE o GATTO

 

Per aiutare il CANE o il GATTO ad attivare la risposta immunitaria corretta consigliamo di somministrare, 3 o 4 giorni prima della vaccinazione delle compresse di ImmunoDol .

 

 


ImmunoDol di Pets Dolfos contiene un polissacaride naturale chiamato Beta 1,3/1,6-glucano, derivato del Saccharomyces cerevisiae. ImmunoDol stimola il sistema immunitario aumentando l'attività dei macrofagi, creando una barriera protettiva contro virus, batteri, funghi e parassiti.

ImmunoDol stimola il rilascio di cellule immunitarie del midollo osseo.

--------

Se il tuo CANE o GATTO pesa fino a 10 kg è sufficiente 1 mini compressa al giorno. Confezione da 60 mini compresse.

--------

Se il tuo CANE o GATTO pesa tra i 10 e i 20 kg il dosaggio consigliato è 1 compressa al giorno. Se pesa oltre 20 kg è meglio passare a 2 compresse al giorno. E’ disponibile sia la confezione da 30 compresse che quella da 90 compresse.

 


 

Quando è consigliato somministrare ImmunoDol:

  • prima delle vaccinazioni
  • nei periodi di convalescenza
  • nei periodi di stress
  • nel periodo della riproduzione sia per le femmine che per i maschi
  • nei casi di immunodeficienza.
  • è indicato per i cani giovani per rinforzare le difese immunitarie dell’organismo
  • nel periodo di allattamento
  • se somministrato in tarda gravidanza, arricchisce il colostro con immunoglobuline a benefico dei cuccioli
  • durante i cambi di stagione

Si consiglia un ciclo completo di 30 giorni. Se necessario è possibile ripetere il ciclo dopo una pausa di almeno 7/10 giorni.

È stato dimostrato che i beta-glucani aumentano significativamente i livelli di anticorpi contro il parvovirus canino e il virus della rabbia, rispetto ai cani che non ricevono beta-glucani al momento della vaccinazione.

 

IL PIANO VACCINALE DEL CANE


La vaccinazione deve sempre essere preceduta da un'approfondita visita clinica, vaccinare un animale non completamente sano può essere non solo inutile ma anche dannoso.

L’inizio del piano vaccinale che comprende la protezione “core” del cane è consigliato dalle linee guida internazionali a partire dalle 6 - 8 settimane di vita con una frequenza di richiami variabile in base ai protocolli. Sarà il medico veterinario a indicare quando fare il primo vaccino al cane cucciolo e ogni quanto eseguire i vaccini successivi, provvedendo quindi ad annotare sul libretto sanitario del cane le scadenze a seguire.

I vaccini obbligatori

Ma quanti e quali vaccini si fanno ai cani? Per la legge italiana non vi sono dei vaccini obbligatori a tutti gli effetti, in assenza dei quali scattino provvedimenti di natura pecuniaria o di altro tipo. Tuttavia l’importanza dei vaccini per la salute e il benessere dell’animale ha portato alla definizione di alcune linee guida specifiche, condivise a livello internazionale dai medici veterinari.
Esiste per determinate patologie il rischio zoonosi, ovvero la trasmissibilità della malattia dall’animale all’uomo (per esempio la leptospirosi) per cui una corretta profilassi vaccinale
risulta utile anche a proteggere il proprietario del pet.
In accordo con le linee guida internazionali si tende a suddividere i vaccini che deve fare il cane in
due categorie: “core” e “non core”.
Alla prima categoria appartengono le
vaccinazioni raccomandate, quelle a cui dovrebbero essere sottoposti tutti i cuccioli, e sono sostanzialmente tre:

  • cimurro (Canine Distemper Virus, CDV)

  • adenovirus canino (Canine Adenovirus, CAV)

  • varianti del parvovirus canino di tipo 2 (Canine Parvovirus 2, CPV-2).

Sono da considerare “non core” i vaccini contro:

  • leptospirosi, seppure spesso raccomandato dai medici veterinari

  • leishmaniosi

  • herpesvirus canino

  • rabbia

In particolari zone d’Italia tali vaccinazioni potrebbero risultare di particolare utilità e quindi da valutare con maggiore attenzione in accordo con il medico veterinario. In caso di viaggi all’estero questi e altri vaccini potrebbero venire richiesti dalle diverse autorità e dover quindi risultare sul passaporto veterinario del proprio cane.

L’importanza del libretto

Il medico veterinario registra e firma sul libretto sanitario del cane tutte le vaccinazioni fatte (annotando data e tipo di vaccino somministrato) e appunta le date dei richiami da effettuare. Il libretto è importante perché è di fatto il registro della storia vaccinale dell’animale e deve sempre viaggiare assieme a lui.


------------------


ATTENZIONE - Le informazioni contenute e descritte in questo sito sono solo a scopo informativo; non possono essere essere utilizzate per formulare una diagnosi o per prescrivere o scegliere un trattamento, non vogliono né devono sostituire il rapporto personale con il veterinario o qualunque visita specialistica. Il visitatore del sito è caldamente consigliato a consultare il proprio veterinario per valutare qualsiasi informazione riportata nel sito.

Customer Reviews

Based on 1 review Write a review

Ti consigliamo anche


Customer Reviews

Based on 1 review Write a review