Disturbi alle vie urinarie nel gatto

Pubblicato da mazoo distribution il

I gatti sono inclini a soffrire di alcuni problemi a livello della vescica e dei reni. E' molto importante sapere come individuare tali disturbi per poterli curare in tempo


Con gli acronimi FLUTD ( Feline Lower Urinary Tract Disease) FUS (Feline Urinary Syndrome) si vuole designare tutta una serie di affezioni, tipiche del gatto domestico, che coinvolgono le basse vie urinarie. I sintomi in tutti i gatti affetti da questa patologia sono simili, indipendentemente dalla causa.

Le vie urinarie sono l'apparato che elimina l'acqua e i prodotti di scarto dall'organismo. Le vie urinarie iniziano con i due reni, che filtrano e purificano il sangue. L'acqua in eccesso e le sostanze chimiche indesiderate attraversano due tubi provenienti da ciascun rene, chiamati ureteri, che raggiungono la vescica, dove si raccoglie l'urina. Durante l'urinazione, la vescica si contrae e si vuota, facendo passare l'urina attraverso un unico tubo chiamato uretra per portarla all'esterno del corpo. 

L'infiammazione dei reni si chiama nefrite. La nefrite può essere causata da un'infezione batterica che proviene dal torrente circolatorio e che può avere origine da un'infezione delle gengive o da una ferita conseguente a una lotta con altri gatti; l'infezione può anche raggiungere i reni risalendo il percorso a ritroso dalla vescica. 

L'infiammazione della vescica si chiama cistite. Questa patologia rappresenta la forma di malattia più importante tra le malattie delle basse vie urinarie del gatto (FLUTD). L'infezione batterica è una delle cause meno frequenti di cistite e delle altre forme di FLUTD. Le altre cause includono la presenza di cristalli nelle urine o di calcoli nella vescica e lo stress. Per la maggioranza dei casi di FLUTD non è possibile identificare una causa; queste vengono chiamate cistiti idiopatiche

 
La Cistite Idiopatica Felina (FIC):
Un'altra causa di FLUTD\FUS nel gatto è lo stress ed è essenziale ridurlo.
In questi casi infatti il nostro gatto riduce la produzione di un importantissimo fattore protettivo: GP-51 un glicosaminoglicano, che serve a proteggere l'epitelio vescicale e uretrale dallo sviluppo di patologie infiammatorie che, al loro volta provocheranno una stimolazione prolungata delle fibre nocicettive.

 

Per sapere se il vostro gatto ha un'infezione alle vie urinarie, dovete prestare molta attenzione ai possibili segnali che presenta. Purtroppo, in alcuni casi, i sintomi sono talmente leggeri da essere impercettibili. Controllate, il più possibile, il comportamento del vostro animale domestico quando fa i suoi bisognini e usa la lettiera.

Le malattie della vescica possono avere diverse cause, ma i sintomi rimangono identici. Molti gatti hanno episodi ricorrenti. Per natura il gatto tende spesso a nascondere i sintomi fino a quando la malattia non ha già raggiunto uno stadio avanzato. I sintomi includono: 

  • difficoltà e dolore durante la minzione 
  • minzione più frequente 
  • sangue nelle urine
  • l'animale urina fuori dalla lettiera

A volte il gatto sembra sforzarsi durante la minzione ma riesce a produrre solo qualche goccia di urina o non urina affatto; questa situazione deve essere considerata un'emergenza medica perché può mascherare un blocco delle vie urinarie. 

Le patologie renali (nefrite) derivano da un'infezione presente nel torrente circolatorio. I sintomi includono: 

    • aumento della frequenza con cui beve e urina l'animale; 

    • letargia e febbre nelle fasi iniziali della malattia;

    • perdita di peso, debolezza e perdita di appetito nelle infezioni presenti da lungo tempo.

Questi sintomi sono presenti anche in altre malattie e in ogni caso è necessario chiedere il consiglio di un veterinario. 

Sebbene queste patologie possano comparire in qualsiasi momento della vita, sono più comuni nei gatti adulti o tra gli esemplari che soffrono di obesità. Le infezioni urinarie si sviluppano anche in animali sterilizzati o che vivono in spazi molto piccoli, quindi più inclini a soffrire di ansia o stress.

La diagnosi di FLUTD si basa generalmente sui sintomi clinici, ma non riesce a fornire alcun indizio sulla possibile causa. La prima fase comprende l'esame di un campione di urina, osservandone la concentrazione e identificando la presenza di cristalli o di cellule del sangue e batteri.

La diagnosi di infezione batterica si basa sulla dimostrazione della presenza di batteri nelle urine. Tuttavia, l'infezione batterica può essersi sviluppata perché era presente un altro problema, come ad esempio un calcolo o dei cristalli nella vescica. Se l'infezione ricompare può essere necessario eseguire ulteriori test, compresi ad esempio l'esame del sangue e l'esame della vescica mediante un'ecografia o delle radiografie.

 
La Cistite Idiopatica Felina (FIC):

Un'altra causa di FLUTD\FUS nel gatto è lo stress ed è essenziale ridurlo.
In questi casi infatti il nostro gatto riduce la produzione di un importantissimo fattore protettivo: GP-51 un glicosaminoglicano, che serve a proteggere l'epitelio vescicale e uretrale dallo sviluppo di patologie infiammatorie che, al loro volta provocheranno una stimolazione prolungata delle fibre nocicettive.

 

Trattamento:

Il trattamento delle infezioni batteriche ha gli obiettivi riportati di seguito. 

    • Eliminazione completa di tutti i batteri presenti. 

    • Se necessario, cure odontoiatriche e/o di ferite. 

    • Impiego di una dieta speciale per modificare il pH e la composizione chimica delle urine. 

    • Rimozione dei cristalli che ostruiscono l'uretra (nei maschi). 

    • Accesso ad acqua potabile pulita. 

Spesso è necessario utilizzare un trattamento prolungato con antibiotici. Un motivo comune di fallimento del trattamento è il mancato completamento della terapia antibiotica da parte del proprietario. Il veterinario è in grado di selezionare il trattamento appropriato per ogni singolo caso. 

 
La Cistite Idiopatica Felina (FIC):

Un'altra causa di FLUTD\FUS nel gatto è lo stress ed è essenziale ridurlo.
In questi casi infatti il nostro gatto riduce la produzione di un importantissimo fattore protettivo: GP-51 un glicosaminoglicano, che serve a proteggere l'epitelio vescicale e uretrale dallo sviluppo di patologie infiammatorie che, al loro volta provocheranno una stimolazione prolungata delle fibre nocicettive.

 

Prevenzione:

È importante incoraggiare l'animale a urinare. Il luogo dove viene tenuta la vaschetta della lettiera deve essere verificato attentamente, per renderla facilmente accessibile, e la lettiera deve essere cambiata regolarmente, specialmente se il gatto condivide la vaschetta con altri animali. 

Incoraggiare l'animale a bere di più, lasciando sempre acqua fresca a disposizione, e utilizzare cibo per gatti in lattina. 

È importante completare l'intero trattamento antibiotico per evitare la ricomparsa dell'infezione. 

Per i gatti che tendono a sviluppare cristalli urinari può essere consigliabile l'uso di una dieta prescritta dal veterinario. 

 
La Cistite Idiopatica Felina (FIC):

 

Un'altra causa di FLUTD\FUS nel gatto è lo stress ed è essenziale ridurlo.
In questi casi infatti il nostro gatto riduce la produzione di un importantissimo fattore protettivo: GP-51 un glicosaminoglicano, che serve a proteggere l'epitelio vescicale e uretrale dallo sviluppo di patologie infiammatorie che, al loro volta provocheranno una stimolazione prolungata delle fibre nocicettive.

 

Fattori stressanti identificati includono cambiamenti repentini di dieta, di ambiente, sovraffollamento, poche lettiere a disposizione o disposte in luoghi inappropriati o l'arrivo in casa di nuovi animali o persone.
Lo stress associato all'urinazione può essere particolarmente significativo.
Ad esempio una posizione o un contenuto inadeguati della lettiera, competizione, comportamento aggressivo da parte di altri gatti quando il gatto sta cercando di usare la lettiera o quando urina fuori, ecc.
Può essere utile preparare un'area sicura e pulita in cui il gatto possa urinare, ridurre il sovraffollamento o gli episodi di aggressività tra gatti.
In genere viene consigliato un numero di lettiere pari al numero dei gatti presenti in casa +1.
Se il vostro veterinario di fiducia dovesse fare diagnosi di FIC, sarà utile associare alla dieta un integratore di glicosaminoglicani e rivolgersi ad un medico veterinario comportamentalista, per capire e risolvere il fattore stressante scatenante.

Ricordate:
Se doveste riconoscere uno o più di questi segni, non aspettate, portate il vostro gatto dal medico veterinario!

I prodotti che possono aiutare in questi casi:

 

 

ATTENZIONE - Le informazioni contenute e descritte in questo sito sono solo a scopo informativo; non possono essere  utilizzate per formulare una diagnosi o per prescrivere o scegliere un trattamento, non vogliono né devono sostituire il rapporto personale con il veterinario o qualunque visita specialistica. Il visitatore del sito è caldamente consigliato a consultare il proprio veterinario per valutare qualsiasi informazione riportata nel sito.

 


Condividi questo post



Articolo più recente →